Non c’è più tempo

26a Domenica del Tempo Ordinario – Se finora Gesù ci ha messo in guardia dal pericolo di farsi ingolfare dalla ricchezza, ora ci dice che non c’è più tempo, che il “guai” è diventato una condanna senza appello.
Non possiamo sempre voltare la faccia dall’altra parte, dicendo «ci penserò, c’è tempo», perché invece – prima o poi – di tempo non ce ne sarà più. Questo riguarda sia le scelte personali della propria vita e del proprio cammino personale, sia quelle globali, che incidono sul bene o sul male di tutta l’umanità.