Taggato: morte

il mistero dell'aldilà

Con un piede già “di là”

32a Domenica del Tempo Ordinario – Il nostro è un Dio dei vivi, non dei morti. Non possiamo pensare che il cielo sia semplicemente la continuazione delle povere cose che noi abbiamo cercato di costruire sulla terra. Lasciamo fare a Dio, che è sicuramente più “fantasioso di noi”, perché ci ama di Amore infinito

la soglia della morte

Sicuro che non sia niente?

Far finta che la morte non sia nulla è un’offesa a Dio – Spesso, alla fine dei funerali, qualche parente sale all’ambone a leggere una specie di poesia di un teologo anglicano, che inizia dicendo «La morte non è niente».
Può sembrare bella, consolatoria… ma a mio avviso è un inganno. E non è nemmeno una novità, anzi. E io – sinceramente – non solo sono convinto che la morte sia il momento più alto dell’esistenza, ma – proprio per questo – voglio viverlo in pienezza.