Taggato: misericordia

il tempo sfugge

Paziente ma… in fretta

31a Domenica del Tempo Ordinario – Dio è paziente e misericordioso. Non solo di indole, ma di nome. Gesù ce lo ha mostrato, incarnando questa parola e rendendola vita. Ma quando – dopo tutta la pazienza divina – finalmente si realizza l’incontro, non è più tempo di tentennare. Occorre – come Zaccheo – scendere subito dal nostro comodo sicomoro.

Chiamati a diventare padri

24a Domenica del Tempo Ordinario – Essere perfetti come il Padre celeste passa attraverso l’essere anzitutto padre. Solo chi è davvero padre (o madre) può cercare di entrare nel cuore di Dio e capire cosa lo spinga ad amarci così, senza misura. La misericordia è una qualità tipicamente divina, che solo diventando genitori (ovvero “generatori di vita”) si può sperimentare dalla parte di chi dona. Non potremo mai capire e accettare la misericordia di Dio da figli perdonati se prima non diventeremo padri e madri che amano senza misura. Per sentirci figli di quel Padre che è Dio dobbiamo crescere fino a diventare padri e madri al modo di Dio.

Anche Dio sa sperare

24a Domenica del Tempo Ordinario – Per capire cosa si agita nel cuore di Dio bisogna provare ad immaginare i sentimenti di quei genitori che hanno sperimentato il rapimento del loro bambino. Il tratto sorprendente che scopriamo nel vangelo di oggi è la capacità di Dio di sperare. Ciò che rende possibile la speranza in Dio è il fatto che Egli non vuole (e, in un certo senso, non può) realizzare quello che desidera per noi senza il nostro consenso. La libertà umana di cui Egli ci ha fatto dono spiega l’esistenza della speranza nel cuore di Dio.