Taggato: misericordia

Chiamati a diventare padri

24a Domenica del Tempo Ordinario – Essere perfetti come il Padre celeste passa attraverso l’essere anzitutto padre. Solo chi è davvero padre (o madre) può cercare di entrare nel cuore di Dio e capire cosa lo spinge ad amarci così, senza misura. La misericordia è una qualità tipicamente divina, che solo diventando genitori (ovvero “generatori di vita”) si può sperimentare dalla parte di chi dona. Con queste parabole Gesù ci dice che non potremo mai capire e accettare la misericordia di Dio da figli perdonati se non diventeremo contemporaneamente padri e madri che amano senza misura. Per sentirci figli di quel Padre che è Dio dobbiamo crescere fino a diventare padri e madri al modo di Dio.

Noi che la sappiamo sempre più lunga di Dio…

26ª Domenica del Tempo Ordinario (Anno A)Ez 18,25-28; Sal 24; Fil 2,1-11; Mt 21,28-32 Già domenica scorsa ci siamo trovati a bisticciare con Dio, col suo modo di fare che a noi sembra tanto ingiusto… trattare gli ultimi come i primi, anzi, mettere gli ultimi al primo posto e viceversa!...

Anche Dio sa sperare

24a Domenica del Tempo Ordinario – Per capire cosa si agita nel cuore di Dio bisogna provare ad immaginare i sentimenti di quei genitori che hanno sperimentato il rapimento del loro bambino. Il tratto sorprendente che scopriamo nel vangelo di oggi è la capacità di Dio di sperare. Ciò che rende possibile la speranza in Dio è il fatto che Egli non vuole (e, in un certo senso, non può) realizzare quello che desidera per noi senza il nostro consenso. La libertà umana di cui Egli ci ha fatto dono spiega l’esistenza della speranza nel cuore di Dio.

Dio, mettiti un po’ nei miei panni!

Alla fine dei tempi, miliardi di persone furono portate su di una grande pianura davanti al Trono di Dio.Molti indietreggiarono davanti a quel bagliore, ma alcuni, in prima fila, parlarono in modo concitato: non con timore reverenziale, bensì con fare provocatorio.“Può Dio giudicarci? Ma che cosa ne sa Lui...

Domenica delle Palme

Lo spreco dell’Amore Is 50,4-7; Fil 2,6-11; Mc 14,1-15,47 Quanta gente nella messa del ramoscello d’ulivo! Sembra quasi che tutti siano convinti che Pasqua sia oggi! Forse non ci sarà tutta questa gente domenica prossima! Eppure non hanno torto, anche oggi è Pasqua, come ogni domenica.  Mi torna...

Perché e come digiunare

Non digiunate più come fate oggi, così da fare udire in alto il vostro chiasso! È forse come questo il digiuno che bramo, il giorno in cui l’uomo si mortifica? …usare sacco e cenere per letto, forse questo vorresti chiamare digiuno e giorno gradito al Signore? Non è...