Categoria: Pensieri e riflessioni

Sotto questa categoria raccolgo pensieri, riflessioni, considerazioni di varia natura, ma sempre fatti da un sacerdote cattolico che medita sulla vita quotidiana.

Il tutto alla luce della Parola di Dio e della Dottrina cattolica.

videosorveglianza

Dio ti vede! …no, ti sorveglia

Al giorno d’oggi Dio è assimilato al “Grande Fratello”, un “impiccione” che ci tiene d’occhio ed entra nei meandri più segreti e intimi della nostra vita. Se abbiamo questa immagine di Dio è dura credere. Questo non è un Padre, ma un padrone, un controllore esigente e inflessibile. Ma Gesù ci ha chiesto di tornare ad essere come i bambini proprio per tornare a sentire Dio come un Padre, un papà, amorevole e attento, così che i loro bambini non si facciano male, e – una volta cresciuti – non facciano del male a nessuno.

Un piccolo pettirosso nella neve

Dio sceglie i piccoli

Martedì della 2a settimana, Sant’Agnese – Non dobbiamo fare sempre l’errore di pensare che la santità sia un’altissima montagna da scalare con il solo aiuto delle nostre forze. La santità è anzitutto dono di Dio, che scegli i piccoli, i deboli, i poveri, i più improbabili. E forse la montagna più difficile da scalare per noi e proprio quella dell’umiltà.

rotolo di pergamena

Rassegnarsi al volere di Dio

Preghiera della serenità – La serenità è un dono di Dio, viene dalla fede in Lui. Una fede che è rassegnare tutta la nostra vita nelle sue mani, come ha fatto Cristo, che ha consegnato la propria vita nelle mani del Padre.

la soglia della morte

Sicuro che non sia niente?

Far finta che la morte non sia nulla è un’offesa a Dio – Spesso, alla fine dei funerali, qualche parente sale all’ambone a leggere una specie di poesia di un teologo anglicano, che inizia dicendo «La morte non è niente».
Può sembrare bella, consolatoria… ma a mio avviso è un inganno. E non è nemmeno una novità, anzi. E io – sinceramente – non solo sono convinto che la morte sia il momento più alto dell’esistenza, ma – proprio per questo – voglio viverlo in pienezza.

halloween

Neanche per scherzo!

Halloween – Non accontentiamoci delle tante dicerie che cercano a tutti i costi di addolcire e far passare per innocua questa “festa”. Prendiamoci anche solo un quarto d’ora per studiare e documentarci: lo scherzetto non è affatto uno scherzo. Col Male non si scherza, altrimenti ci si fa male.

forma e sostanza

C’è modo e modo

Conta anche la forma – Si dice che «l’abito non fa il monaco»… è vero, ma spesso anche la forma ha la sua importanza. Le buone maniere e un linguaggio appropriato spesso aprono porte e spalancano orizzonti che non si sarebbero potuti vedere altrimenti.